Alessio Kogoj

Venerdì 18 luglio ore 18.00 - Sabato 19 luglio ore 14.00.

E'nato a Quistello (MN) il 2 maggio del 1973. Vive a Trento (TN) da quarant’anni. Ha studiato da santo oltre che essere odontotecnico e sociologo. Si applica come autore, attore e regista per il teatro, il video e la letteratura. La sua vera passione è ascoltare in dormiveglia.

Lecture Radio

Lecture Radio è un’emittente radiofonica in diretta sulle frequenze del Festival Montagne Racconta, si nutre della linfa vitale del paese e dei suoi ospiti, raccoglie e smista canzoni, ricordi, passioni. Trasmette le previsioni meteo, allaccia le narrazioni, batte il tempo affinchè non si perda il ritmo delle nuvole, dell’acqua e della terra.

Venerdì
Apertura del festival con "Lecture Radio" in diretta da Montagne (TN), sintonizzazione delle frequenze, informazioni di programmazione.

Sabato
Ripresa della diretta radio, riepilogo ultime ore, interviste dal festival del racconto, news.

Ufo

Venerdì 18 luglio “Fuori Orario”

Ufo mescolate le lettere diventa “fou”, pazzesco nella lingua francese. Come un rito delicatissimo sul filo del gioco l’azione teatrale danza per dichiarare debolezza, spaesamento. La storia di chi (tante storie raccolte che diventano una) ha fatto un passo di là ed è tornato. Ma non ci sono parole per raccontare, ci sono solo i corpi. Sensazioni ferite a braccio, a cuore, a pelle. Un unico corpo di segni è la scena, colmo della vita, abbagliato e sopravvissuto. Le infinite possibilità della mente traslano miseramente l’universo. Nulla è a casa nel cosmo. Tracce sensibili di anomia. Ricerche di biografie nascoste, sole.

Di e con Alessio Kogoj, Silbrino e tanti altri Una produzione I Teatri Soffiati con il sostegno di Provincia Autonoma di Trento.

In collaborazione con il Festival Montagne Racconta verrà presentata il giorno 18 luglio 2014 l’anteprima della versione “Fuori Orario” alle ore 24.00 o giù di lì nell'osteria da la cort .

Silbrino

Eteronimo dinamico di un quarantenne statico che non si smuove da Lavis, che accumula cose e pensieri, formatosi all'Accademia di Belle Arti di Firenze, che guarda il teatro da dietro le quinte e attraversa la scena con o senza pubblico. Che ringrazia.